Hong Kong affida i suoi trasformatori a Sea Marconi per verificarne la corrosività da DBDS

25 febbraio 2015

Sea Marconi ha recentemente svolto un’attività di expertise per la più importante utilities di Hong Kong. Si tratta di una campagna di analisi e diagnosi su un grande parco trasformatori e reattori shunt, finalizzato a verificare la presenza della criticità “zolfo corrosivo da DBDS (C1)”.

I risultati da tale attività hanno consentito innanzitutto di modellizzare le condizioni operative delle macchine del Cliente e successivamente di suggerire, sulle apparecchiature contaminate da DBDS (debenzildisolfuro), l’unica soluzione realmente efficace e duratura: la depolarizzazione selettiva(realizzabile anche on-load) da DBDS.
Questa attività, visto il rischio potenziale della criticità C1, è da considerarsi come un’attività strategica di prevenzione dei danni e protezione ambientale in un contesto energivoro come quello di Hong Kong.

Hong Kong è una regione con 7.000.000 di abitanti ed è una fra le aree più densamente popolate al mondo, infatti Hong Kong è la città più verticale che esista. Gli abitanti hanno il reddito pro capite tra i maggiori al mondo e, proseguendo con i suoi primati, Hong Kong detiene la maggior percentuale (superiore al 90%) di utilizzo dei mezzi pubblici al mondo.

Non hai trovato la soluzione che cercavi?

Contattaci per approfondire e risolvere il tuo caso






    Ho letto l'informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

    Inserisci questo codice: captcha