Cambio (retrofilling) dell’olio minerale con estere naturale/sintetico

Sea Marconi offre un servizio completo per la sostituzione dell’olio nei trasformatori elettrici, un processo noto anche come retrofilling. Questo servizio è rivolto a garantire la massima efficienza e sicurezza dei trasformatori, contribuendo alla protezione dell’ambiente, in particolar modo quando si sceglie un fluido estere naturale in sostituzione dell’olio minerale.

L’olio minerale, utilizzato storicamente come liquido isolante nei trasformatori, può degradarsi nel tempo, compromettendo le prestazioni dell’apparecchiatura e aumentando il rischio di interruzioni di servizio, danni ambientali e incendi. La sostituzione dell’olio con esteri naturali o sintetici rappresenta una soluzione efficace per mitigare questi rischi e garantire il corretto funzionamento del trasformatore nel lungo periodo.

Mineral oils to Natural esters: a Sustainable choice!

I benefici degli esteri naturali

Maggiore tutela dell’ambiente,

poiché gli esteri naturali sono quasi completamente biodegradabili

Sicurezza antincendio,
grazie ad un punto di accensione e di infiammabilità superiori
Prolungamento della vita dell’apparato,
poiché la degradazione delle carte è più lenta e possono lavorare a temperature più elevate

Perché scegliere la metodologia Sea Marconi

Sea Marconi si distingue per i seguenti vantaggi nel processo di sostituzione dell’olio nei trasformatori:

A. La minimizzazione dell’olio minerale residuo.

L’olio minerale infatti è miscibile con l’estere naturale e ha un impatto negativo sul punto di accensione (fire point) e sul punto di infiammabilità (flash point) dell’estere. Test sperimentali dimostrano che un contenuto di olio minerale superiore al 7,5% può ridurre il punto di accensione degli esteri al di sotto di 300 °C (limite di classe K).

Gli impianti di riempimento e trattamento by Sea Marconi, grazie alle loro performance, sono in grado di minimizzare la percentuale di olio minerale residuo (< di 2%) e comunque di garantire un fire point (punto di accensione) comparabile a quello di un olio nuovo e comunque mai inferiore a 300 °C.

B. La riduzione dell’ossidazione dell’estere naturale.

È buona pratica infatti evitare il contatto dell’estere naturale con l’aria. A questo scopo Sea Marconi ha sviluppato un sistema, ideale per trasformatori di distribuzione, che sigilla il conservatore verso l’atmosfera (dove di solito sono presenti i Sali silicagel) ma lo mette in comunicazione con un «polmone» esterno riempito d’azoto.
Il «polmone» si comporta come un vaso di espansione aggiuntivo al conservatore (trasformatori di media grandezza) permettendo la “respirazione” del trasformatore dovuta alle variazioni di temperatura: se il livello dell’olio nel conservatore sale, il polmone esterno si espande, se il livello dell’olio nel conservatore scende, il polmone esterno si contrae.

In questo modo il fluido estere naturale non è mai a contatto con l’atmosfera ed è dunque preservato dall’ossidazione

Procedura di sostituzione dell’olio minerale con estere naturale

Controllo iniziale del trasformatore
in questa fase si eseguono le analisi ed i test elettrici per “fotografare” lo stato iniziale di olio e apparecchiatura
Svuotamento dell’olio minerale
Preparazione del trasformatore
sollevamento della parte attiva e la sostituzione delle guarnizioni
Riempimento del trasformatore con un estere naturale di lavaggio
Successivamente questo fluido viene fatto circolare con un impianto Sea Marconi a t >50°C per 8 ore
Svuotamento del fluido di lavaggio
Riempimento definitivo con l’estere naturale selezionato
Successivamente questo fluido viene riscaldato, degasato e deumidificato con un impianto Sea Marconi a t >60°C per 48 ore
Test di accettazione finali

Vuoi approfondire l'argomento?

Il team di esperti di Sea Marconi è in grado di eseguire in tutta sicurezza la sostituzione dell’olio minerale con estere naturale, garantendo prestazioni ottimali e il massimo rispetto per l’ambiente

Origini

L’olio minerale deriva dal greggio, l’estere naturale ha origine vegetale, l’estere sintetico deriva da prodotti chimici

Cronistoria

  • 1887 Olio Minerale, primo impiego (Westinghouse) come liquido isolante nei trasformatori e in altre applicazioni elettriche
  • 1980 Estere sintetico, prime applicazioni
  • 2000 Estere naturale, primi utilizzi nei trasformatori di distribuzione
  • 2010 Estere naturale, primi utilizzi nei grandi trasformatori di potenza

Non hai trovato la soluzione che cercavi?

Contattaci per approfondire e risolvere il tuo caso






    Ho letto l'informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

    Inserisci questo codice: captcha