Nanospugne, microalghe, biomateriali, innovazione per l’ambiente

17 marzo 2010

All’interno del 7° Programma Quadro (FP7) è stato approvato il progetto europeo che vede Sea Marconi protagonista insieme a 12 tra aziende e organismi di ricerca a livello italiano ed europeo. Il titolo del progetto è BioAlgaeSorb (Enabling European SMEs to remediate wastes, reduce GHG emissions and produce biofuels via microalgae cultivation); i suoi obiettivi sono integrare diverse tecnologie per la depurazione di effluenti acquosi, l’utilizzo di residui organici e CO2, la produzione di bioenergia e biocomposti ad alto valore aggiunto, utilizzando la coltivazione di microalghe come elemento portante.

Sea Marconi partecipa fornendo il proprio know-how sulla pirolisi (tecnologia di pirolisi intermedia Haloclean) per applicazioni di conversione energetica delle microalghe o dei loro residui. Sea Marconi è inoltre coinvolta anche nelle attività di ricerca sull’esterificazione enzimatica dei lipidi contenuti nelle alghe (produzione di biodiesel), utilizzando le proprie nanospugne per veicolare gli enzimi in modo efficace.

Partner del progetto:

  • Norwegian Bioenergy Association
  • European Biomass Association
  • British Trout Association Ltd
  • Sea Marconi Technologies s.a.s
  • IngrePro BV
  • Varicon Aqua Solutions Ltd
  • Value for Technology BVBA
  • Swansea University
  • Teknologisk Institutt AS
  • Durham University
  • Hellenic Centre for Marine Research
  • University of Florence

Non hai trovato la soluzione che cercavi?

Contattaci per approfondire e risolvere il tuo caso






    Ho letto l'informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

    Inserisci questo codice: captcha