Le migliori tecniche di decontaminazione PCB sul quindicinale de Il Sole 24 Ore

09 de octubre de 2007

Actualmente las páginas en español se están completando. Vuelve a visitarnos próximamente y encontrarás que el sitio estará con la traducción completa. En todo caso te invitamos también a leer los contenidos en Italiano. Vuelve a visitarnos próximamente y encontrarás que el sitio estará con la traducción completa. You may click the link to switch the active language.

Il numero di ottobre di Ambiente & Sicurezza, quindicinale de Il Sole 24 Ore, tocca e riassume uno degli argomenti affrontati dal D.M. 29 gennaio 2007 sulle linee guida per l’individuazione e l’utilizzazione delle migliori tecniche disponibili in materia di gestione dei rifiuti.

Abbiamo riportato la parte che concerne le attività di trattamento per la decontaminazione degli apparati contenenti PCB.
I due autori dell’articolo, professionisti dell’APAT (Agenzia per la protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici), riportano chiaramente le conclusioni già esposte nel Decreto Ministeriale di cui sopra: per la decontaminazione di apparecchiature contenenti PCB, è da preferire una tecnologia che opera on site, con consenta di mantenere l’apparecchio sotto tensione e sotto carico, che esegua l’attività in continuo ed a ciclo chiuso, cioè senza lo svuotamento neanche parziale della macchina isolata con olio.

Aggiungo che il CDP Process® by Sea Marconi, è il solo trattamento che risponde a tutte queste caratteristiche.

¿No encontraste lo que estabas buscando?

Contáctenos para obtener más información sobre su caso





    He leido la informaciòn y autorizo el procesaimento de mi datos personal pera los fines allì indicados.
    Insert this code: captcha