Le migliori tecniche di decontaminazione PCB sul quindicinale de Il Sole 24 Ore

mardi 9 octobre 2007

La traduction en français est en cours. Si vous visitez le site dans quelques jours, il sera intégralement en français. En attendant, vous pouvez visualiser le site en Italiano. Pour le confort de l’utilisateur, le contenu est affiché ci-dessous dans une autre langue. Vous pouvez cliquer le lien pour changer de langue active.

Il numero di ottobre di Ambiente & Sicurezza, quindicinale de Il Sole 24 Ore, tocca e riassume uno degli argomenti affrontati dal D.M. 29 gennaio 2007 sulle linee guida per l’individuazione e l’utilizzazione delle migliori tecniche disponibili in materia di gestione dei rifiuti.

Abbiamo riportato la parte che concerne le attività di trattamento per la decontaminazione degli apparati contenenti PCB.
I due autori dell’articolo, professionisti dell’APAT (Agenzia per la protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici), riportano chiaramente le conclusioni già esposte nel Decreto Ministeriale di cui sopra: per la decontaminazione di apparecchiature contenenti PCB, è da preferire una tecnologia che opera on site, con consenta di mantenere l’apparecchio sotto tensione e sotto carico, che esegua l’attività in continuo ed a ciclo chiuso, cioè senza lo svuotamento neanche parziale della macchina isolata con olio.

Aggiungo che il CDP Process® by Sea Marconi, è il solo trattamento che risponde a tutte queste caratteristiche.

Vous n’avez pas trouvé ce que vous cherchiez?

Contactez-nous pour en savoir plus sur votre cas






    J'ai lu les informations et j'autorise le traitement de mes informations personnelles aux fins indiquées.
    Entrez ce code: captcha